Estate 2021

“Senza limitare la vostra creatività puntiamo ad avere una radice ancorata al nostro territorio sul modello del concetto che per il vino è il terroir, con storie di uomini e di luoghi.”

Capitolo II – TRADIZIONE

La tradizione è stata, a suo tempo, una disobbedienza andata a buon fine. Come una giacca destrutturata di Armani, che oggi diventata un classico.

Per questo occorre unire la sperimentazione alla tradizione, una rilettura della cucina tradizionale, sì sperimentale, nel suo vero significato: fare tesoro delle tante storie di popoli che sono vissuti nella nostra regione, lasciandoci segni indelebili nel paesaggio, nell’arte, nella cucina.

Ecco i menu delle serate del secondo capitolo:

29 Giugno Da Nando (Mortegliano) – insieme agli chef dei ristoranti: Ai Fiori, La Bonteca, Pura Follia

1 Luglio Lokanda Devetak (S.Michele del Carso) – insieme agli chef dei ristoranti: Al Carnia, AB Osteria Contemporanea, Darsena

6 Luglio La Taverna (Colloredo di Montalbano) – insieme agli chef dei ristoranti: La Torre, Antica Ghiacceretta, Osteria Dvor

8 Luglio Al Grop (Tavagnacco) – insieme agli chef dei ristoranti Tavernetta All’Androna, Caffetteria Torinese, Alla Casasola

13 luglio Vitello d’Oro (Udine) – insieme agli chef dei ristoranti Mondschein, Enoteca di Buttrio, Hostaria Alla Tavernetta

15 luglio Tre Merli (Trieste) – insieme agli chef dei ristoranti Al Gallo, La Buteghe di Pierute, San Michele

20 luglio Al Paradiso (Pocenia) – insieme agli chef dei ristoranti Ilija, La Pigna, Alla Luna

22 luglio Costantini (Collalto di Tarcento) – insieme agli chef dei ristoranti Al Ponte, 1883 Restaurant & Rooms, Il Piron dal Re

27 luglio La Subida (Cormòns) – insieme agli chef dei ristoranti La Torre, Barcaneta, Da Alvise

29 luglio Ilija (Tarvisio) – insieme agli chef dei ristoranti Da Toni, Sal de Mar, Valeria 1904